Pagine

lunedì 24 febbraio 2014

Fratelli del mare



Ci sentiva camminare, il mare. 
Ci percepiva come suoi piccoli fratelli.
Eravamo due docili mari nel mare, seguivamo la stessa corrente.
Poi ci siamo persi, a largo del tempo, siamo scesi nel profondo. Le lunghe dita d'acqua si sono sciolte e quando siamo riemersi io non ti vedevo e tu non vedevi me.
Chissà se un giorno, portati in cielo e fatti nuvole, ci incontreremo di nuovo,
in un lampo ad Agosto.

6 commenti:

  1. Tutto può essere...
    Ad esempio oggi mi è passata tra le mani la tua carta d'identità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lavori, tipo, per la PubblicaAmministrazione.
      La mia carta è uscita di casa per l'attivazione della tessera sanitaria!
      Dunque, oh! che succede? Chi sei! Parla!

      Elimina
  2. Ahahah è divertente questo gioco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domani avrai visite giù al Niccheri.
      Te la sei cercata

      Elimina
  3. Declino ogni responsabilità per il tuo, forse, buco nell'acqua di domani :D

    RispondiElimina